Customer Login

Lost password?

View your shopping cart

Autore: Paolo Lissoni

Il concilio di Nicea del 325 d.C.

La frattura ancora insanata della chiesa cristiana: un libro che finalmente svela quali furono le due anime della chiesa prima che il Concilio di Nicea le separasse facendo perdere l'autentico messaggio Cristiano.

Puoi acquistare questo prodotto su:

Acquista su Idealandia
Acquista su Macrolibrarsi
Acquista su Giardino dei libri

Il Concilio di Nicea: una censura nella storia della religione

Il mondo religioso cristiano è così com’è perché più di 16 secoli fa una parte della “religione” venne soppressa.

L’aspetto essenico, ariano, venne amputato.  Il Concilio di Nicea del 325 d.C. cancellò la parte di dottrina che psichicamente ha una funzione biologica nella biochimica del piacere. Da ciò ne consegue che la tristezza non è una funzione della coscienza.

L’autore di questo libro, il medico Paolo Lissoni è tra i più grandi esperti al mondo di PNEI (psico-neuro-endocrino-immunologia). Laureato anche in teologia ha rivisitato la questione delle conseguenze dell’amputazione dell’arianesimo dal panorama religioso del cristianesimo.

NON E’ UN LIBRO STORICO O SCIENTIFICO

Questo non è un libro storico o scientifico, bensì un testo di dottrina ariana che mette in evidenza quella parte che non c’è nel cristianesimo. E’ una sorta di protesta verso quello che vogliono far vedere ai cristiani rispetto a ciò che veramente è. E’ più un testo teologico, ma non è un testo storico.

CRISTIANESIMO ARIANO

Il Cristianesimo niceno concepisce fondamentalmente un Cristo esteriore, mentre quello Ariano un Cristo interiore, il Cristo che vive in noi come Amore stesso di Dio.

Oggi vi è un interesse altissimo nei confronti di semplici sette religiose cristiane, ma è nullo quello rivolto all’Arianesimo del IV secolo.

L’Arianesimo non fu un semplice movimento eretico, ma l’espressione della metà mancante della Chiesa cristiana. E fu di conseguenza l’espressione di una metà dell’Europa.

Affrontare la questione ariana viene a costituire una specie di Psicanalisi della Chiesa. Perciò dopo secoli di pregiudizi teologici, possiamo oggi finalmente affermare che Cristianesimo Niceno ed Ariano non erano altro che l’espressione delle due anime della Chiesa, rispettivamente quella sacerdotale-istituzionale e quella profetico-spirituale, che a loro volta riflettono due differenti sensibilità teologiche.

La fede nicena è di chi si rivolge a Dio per la propria salvezza, quella ariana è di chi “ha esperienza di Dio”. Questa è una differenza sostanziale che rende più libero l’uomo.

Ne consegue che tutti i mali della Chiesa dipendono dalla semplice diagnosi di essere solo una metà Chiesa avendo perso con il Concilio di Nicea del 325 d.C. la sua anima ariana profetico-spirituale. Parliamo di una parte essenziale per lo sviluppo.

La “guarigione” di questo aspetto può portare ad una evoluzione delle coscienza bloccate dalla biochimica del dolore niceno. E questo è essenziale per l’evoluzione planetaria.

Altre opere del dott. Paolo Lissoni

Teologia della scienza
La psicologia nelle malattie tumorali
Principi di PNEI clinica
Teologia della sessualità

Informazioni aggiuntive

ISBN

9788896863060

Dettagli del prodotto

  • Tipo di copertina : brossura
  • ISBN : 9788896863060
  • Formato : cm 17x24
  • Numero di pagine : 416
  • Data pubblicazione : 2012

Qualcosa di più sull'autore

Author

PAOLO LISSONI nasce a Milano, ove risiede, nel 1954. Conseguita la Maturità Classica nel 1973 presso il Liceo Beccaria di Milano, intraprende con successo gli studi di Medicina e Chirurgia all’Università di Milano laureandosi con lode nel 1979. Ottiene quindi specializzazioni mediche in Endocrinologia presso l’Università di Pavia, in Oncologia Medica e Medicina Interna all’Università di Milano. Attualmente ricopre il ruolo di Dirigente Responsabile di Attività Specialistica per l’Oncologia presso l’Ospedale S. Gerardo di Monza, ove, in qualità di Assistente Medico, ha operato nella Divisione di Radioterapia Oncologica. Una nota di merito, nella sua decennale esperienza in campo ospedaliero, è dovuta all’attività di Assistente Medico presso il Nucleo Operativo Tossicodipendenze USSL di Monza. La sua attività didattica è articolata in lezioni presso la Scuola di Specializzazione in Chemioterapia dell’Università di Milano; è docente al 66° Congresso Nazionale di Urologia (1993) e alla Scuola Internazionale di Oncologia (1994). Dal 1995 ad oggi opera con gli studenti del Polo Universitario Medicina-Chirurgia di Monza per il corso di Oncologia. Si impegna nell’attività scientifica con numerose ricerche, sia sperimentali che cliniche, nel campo della Psiconeuroendocrinoimmunologia e della Bioterapia dei Tumori (con particolare riferimento alla immunoterapia con IL-2), registrando 492 Pubblicazioni Scientifiche su rinomate Riviste del settore Nazionali ed Internazionali, oltre a 600 abstracts per presentazione a Congressi. Nel 2010 si laurea anche in Teologia. Col suo lavoro ha cercato di integrare fra loro la Scienza medica e la Tradizione iniziatico-profetica degli Esseni e le sue ricerche hanno contribuito a porre le basi teoriche per la futura genesi di una Clinica della Spiritualità.